Una meravigliosa libreria itinerante, aperta al baratto e al prestito, che conta qualcosa come 45 mila volumi. Dal 2012 questo tesoro si trova a Palermo in piazza Monte di Santa Rosalia, tra via Bara all'olivella e via del Poeta. Conosciuto e apprezzato in diverse parti del mondo, il progetto di Pietro Tramonte, 68 anni, ex ragioniere oggi in pensione, è un vero gioiello. O, meno prosaicamente, una "biblioteca privata itinerante" – come recita la pagina Facebook dedicata – che poi tanto privata non è.

"Dopo anni di lavoro le giornate di un pensionato diventano pesanti – racconta Pietro Tramonte al sito Meridionews Mia moglie ha tirato un respiro di sollievo il giorno che ho portato via da casa tutti quei libri, sappiamo come sono le donne ma l'idea era quella di diffondere cultura", dice tra il serio e il faceto. Poi aggiunge: "Ho creato una libreria socio culturale, sui generis. Oggi questi libri sono a disposizione di tutte le persone che amano la cultura e che amano leggere. Per la gente così, il materiale cartaceo è come il cacio sui maccheroni".

Pietro Tramonte ci tiene a svelare qualche aneddoto particolare. "Ho donato dieci volumi alla costituenda biblioteca di Alessandria d'Egitto – fa notare orgoglioso – Libri di poeti siciliani che sono stati molto apprezzati, tanto che ho ricevuto una lunga lettera di ringraziamento". Altri testi sono stati inviati invece a Washington, alla biblioteca del Congresso.

"Vengo invitato alle feste dei Comuni dai sindaci e i passanti sono sempre felici di trovarsi tra le mani i libri antichi, rari o appartenenti alla loro infanzia. Durante la manifestazione nazionale Maggio dei libri organizzo letture pubbliche di estratti e poesie e vedo che la città si accosta simpaticamente alla lettura. Ho questa passione da sempre. Sono qua anche quando tira il maestrale, qua con la mia passione. Le passioni non si nascondono": chiacchiera l'ex ragioniere, mentre guarda i suoi libri, la sua creatura. E diffonde cultura, come dice lui stesso.