01Aspettate a dire che la pacchia è finita, e che ormai non ci sarà più niente da fare né di che divertirsi fino a Natale. Dopo i festeggiamenti del 2, Palermo ospita la cultura.

Se abiti a Palermo o nei pressi, è dolce la vita.
Intrattenimento e manifestazioni culturali di ogni genere, dagli spettacoli teatrali agli incontri culturali, stanno per scendere in campo nel capoluogo di regione: per una settimana all’insegna della cultura, che non ha intenzione di risparmiare neanche i bambini.

Appuntamento dunque dal 3 al 9 novembre per la “Settimana delle Culture”, evento messo appunto dall’omonima associazione di Gabriella Ranier Filippone, con il patrocinio di soggetti pubblici e privati dell’industria locale. Per sette giorni la città si animerà di iniziative culturali e sportive, che verranno distribuite equamente nei luoghi clou dell’area cittadina urbana: un modo per poter valorizzare le proprie bellezze architettoniche e il proprio patrimonio, artistico e storico.

In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune, tutti gli adulti appassionati, i giovani desiderosi di uno svago e le giovani famiglie con i propri bambini, sono dunque i benvenuti alla seconda edizione dell’evento, che quest’anno vedrà la luce al Real Albergo delle Povere, alle ore 11:30 del giorno 3 novembre. Ad accogliere i visitatori, sarà l’inaugurazione della mostra fotografica “Lo sguardo e la luce”, mentre se sei appassionato di pittura o hai sempre voluto saperne di più, puoi fare un salto alla collettiva intitolata “Fuori dall’ombra”.

Molti gli artisti, gli enti e le associazioni che hanno deciso di collaborare al progetto; lo stesso comitato organizzativo, composto dalla Presidente Gabriella Ranier Filippone, e dagli operatori Gaetano Basile, Massimiliano Marafon Pecoraro, Clara Monroy, Maria Antonietta Spadaro e Salvo Viola, lavorerà a titolo gratuito per tutti i giorni della manifestazione, al solo scopo di promuovere l’arte e la cultura nella città di Palermo; un evento che è una cassa da risonanza dunque, per i cittadini e anche per coloro che vi collaborano, e che funge da importante richiamo turistico.

Solo lo scorso anno infatti, la città ha registrato un positivissimo 7% in più di affluenza turistica, e i dati raccolti sugli ultimi mesi estivi hanno parlato di nuovi e importanti aumenti. Meglio battere il ferro finché è caldo dunque, e approfittare delle vicine Feste Natalizie, ma anche di quelle della commemorazione dei Defunti, che vengono celebrate in tutto il mondo.
Sempre lunedì 3 novembre, la città prenderà il colore bianco della pace e della solidarietà, con l’inaugurazione di “The Last Wall”, mostra a cura di Carlo Bevilacqua, organizzata in occasione del XXV anniversario della caduta del Muro di Berlino.

Alle 18:30 tutti a Palazzo Ziino, per l’inaugurazione della mostra fotografica “Luftbrücke. Un ponte di cielo tra Berlino e Palermo”, in collaborazione con il Goethe-Institut della città-capoluogo, mentre un’ora dopo, a Palazzo Sant’Elia, si attende Vittorio Sgarbi per la serata inaugurale della mostra “Artisti di Sicilia – da Pirandello a Iudice”: l’onorevole offrirà agli astanti una visita guidata al modico costo di €7; la mostra rimarrà aperta fino alle 23 e aprirà i battenti alle 19:30. E se invece preferite la fotografia, dirigetevi a Palazzo Sambuca, dove alle 20:00 prende vita “Altrove”, un percorso tra le opere di Benedetta Fumi Cambi Gado.

Numerosi saranno dunque gli eventi in programma per l’intera settimana: si va dalla pittura alla fotografia, per arrivare agli spettacoli teatrali, fino alle visite turistiche e alle iniziative sportive. I numeri parlano chiaro: quest’anno verranno attivati 29 eventi, tra concerti e spettacoli teatrali, 17 saranno le conferenze, 12 le mostre di fotografia, 9 quelle di pittura. Verranno inoltre allestiti e mostre e visite presso i laboratori artigianali e saranno 8 gli itinerari culturali che coinvolgeranno i luoghi d’interesse della città; e poi ancora presentazioni di libri, visite guidate, proiezioni di film e spettacoli di marionette.

Molti saranno dunque anche i luoghi, le strutture e le personalità coinvolte: si va dalla Galleria d’Arte Moderna fino alla Chiesa di Santa Maria degli Angeli, dai Giardini della Zisa fino a club, associazioni, edifici pubblici e privati di varia estrazione, dimensione e genere: come Villa Trabia o l’Università degli Studi, il Museo del Vino e l’Ecomuseo Casa Natura del Parco della Favorita.

Ce n’è proprio per tutti i gusti, anche per i turisti, o comunque per coloro che non risiedono in città; quest’anno infatti grazie ad un’alleanza stretta con Federalberghi, vi saranno sconti su molte strutture ricettive. Saranno dunque i benvenuti tutti i siciliani che risiedono fuori da Palermo, ma anche i turisti, italiani e stranieri, che dovessero ritrovarsi a passare in città per una vacanza; tra le strutture dell’associazione che offrono sconti, si va dai blasonati hotel a cinque stelle fino ai più rustici bed & breakfast.

Autore | Enrica Bartalotta