PALERMO – Protesta dell'Aidaa, Associazione Italiana per la Difesa dell'Ambiente: una colata di cemento ha preso il posto delle vecchie aiuole in via Emerico Amari. Un anno fa le piante sono state tagliate per consentire i lavori nel cantiere della metro e, proprio nel giorno in cui l'amministrazione comunale annuncia "lavori di compensazione del verde negli spazi interessati dalla linea 1 del tram", un tappo di cemento copre definitivamente la terra della centralissima via. C'è una sola eccezione: un alberello d'ulivo.

Queste le parole dell'Aidaa, riportate da PalermoToday: "Dopo aver distrutto le nostre tasche adesso, con arroganza, stanno distruggendo il nostro verde". "Non è corretto – dice Rosalba Rabboni, responsabile palermitana – distruggere le aiuole per la metropolitana. Già a Palermo c'è poco verde. Se poi eliminiamo quello che abbiamo…".