PALERMO – Vergognosa aggressione a Villa Giulia, nel cuore di Palermo. Una coppia di ragazzini, di 15 e 16 anni, sono stati picchiati da un gruppo di ragazzi più grandi perché omosessuali. I minorenni, colpiti brutalmente al volto, sono finiti in ospedale. Gli inquirenti stanno vagliando la versione dei ragazzi.

Una delle vittime racconta ai giornali: "Io e il mio ragazzo eravamo seduti tranquillamente su una panchina e questi ragazzi, quasi tutti ventenni, dal nulla si sono avvicinati aggredendoci prima verbalmente, inveendo contro di noi solo perché gay. Noi li abbiamo ignorati, pensando che la finissero e ci lasciassero in pace. Ma loro hanno continuato a dire frasi omofobe contro di noi e si sono avvicinati di più. Mi hanno sferrato un pugno in bocca, un pugno in faccia e un colpo di casco in testa, mentre al mio ragazzo un pugno in faccia. Abbiamo chiamato la polizia e consegnato il numero di targa del mezzo di uno loro, e subito dopo ci hanno trasferito al Buccheri La Ferla. La visita fortunatamente è andata bene, danni neurologici per mia fortuna non ne ho riportati ma sono molto provato. Infatti mi hanno dovuto dare delle gocce per tranquillizzarmi perché avevo tachicardia e la pressione alta. Ognuno ha diritto alla vita e nessuno può permettersi di calpestare nessuno".