PALERMO – Si è accanito contro il portone di uno stabile nella zona di via Roma, a Palermo, usando un grosso palo come se fosse un ariete, ma è stato bloccato dalla polizia e trovato in possesso di cocaina e marijuana. Sono così scattate le manette per Filippo Russo, 39 anni, che deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente. I fatti si sono verificati intorno alle 3 di notte: il sonno dei condomini di uno stabile del centro storico è stato interrotto da un rumore a intermittenza, proveniente dall'androne del palazzo.

Sono scattate le segnalazioni alla polizia: una volta giunti sul posto, gli agenti hanno visto l'uomo che tentava di sfondare il portone, gridando frasi prive di senso e suoni inarticolati. Rimane ancora da accertare quale fosse il motivo di una tale furia. È stato accertato che il 39enne era in possesso di alcune dosi di cocaina e marijuana già confezionate, 850 euro in banconote da 50 e un grosso coltello da cucina appositamente limato, in modo che fosse più affilato. Sono in corso le indagini per chiarire la vicenda e, nel frattempo, tutto è stato sequestrato e per Russo sono scattate le manette.