Non è finito nel modo sperato il tentativo di furto messo in atto da N.D., ventenne ucraino residente a Rimini, che ha provato a rubare un computer portatile dal negozio Euronics di via Pietro Nenni, a Palermo. Per riuscire a sottrarre l'articolo, il ragazzo ha utilizzato uno zainetto con un doppio fondo schermato. Entrato nel punto vendita, ha messo nella borsa un MacBook dotato di placca antitaccheggio, avviandosi tranquillamente verso l'uscita e confidando nel fatto che la schermatura del doppio fondo lo avrebbe aiutato ad eludere i controlli.

Il furto è stato scoperto dal metal detector

Tutto tranquillo, almeno fino a quando il giovane non ha dovuto attraversare il metal detector, che ha fatto scattare l'allarme di sicurezza. La guardia giurata in servizio ha fatto qualche domanda e scoperto il trucco. In seguito sono intervenute sul posto le forze dell'ordine che hanno arrestato il giovane con l'accusa di furto. Una volta in questura, ha ammesso le proprie colpe ed è stato giudicato per direttissima: ha patteggiato la pena di 6 mesi di reclusione e 200 euro di multa, pena sospesa.