Una rissa in piazza con armi poco convenzionali. È accaduto a Partinico, in provincia di Palermo, dove tre persone si sono massacrate di botte per futili motivi. Alla base del bailamme, pare, un "regolamento di conti", col risultato che le forze dell'ordine hanno dovuto sequestrare una mazza da baseball e una stampella di metallo, a quanto pare in grado di provocare "gravi ferite da taglio".

Con l'accusa di "rissa, lesioni personali e porto di oggetti atti ad offendere", carabinieri e polizia hanno arrestato in piazza Duomo tre uomini di 44, 35 e 23 anni, tutti di Partinico e con precedenti penali. I protagonisti della barbarie sono stati medicati in ospedale e poi dimessi con prognosi comprese tra due e sette giorni. 

Su disposizione del magistrato, tutte e tre gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa dell'udienza di convalida.