Pasqua, domani Papa Francesco benedice "Urbi et Orbi" in tv dalle 10.10 su Rai Uno con il suo messaggio pasquale e la benedizione alla città e al mondo. Stasera la veglia pasquale nella Basilica. C'è anche una donna del Kenya, il paese africano teatro, nel campus universitario di Garissa, di una strage di 148 persone, quasi tutti studenti cristiani, da parte del gruppo terroristico islamista Al Shebab, tra i dieci catecumeni che verranno battezzati questa sera dal Papa, nel corso della veglia di Pasqua che inizia in San Pietro alle 20.30.

Ieri sera alla via Crucis in diretta tv e in mondovisione su Rai Uno sono stati 5 milioni 394 mila i telespettatori con uno share del 21.26 per cento, sostanzialmente la Via Crucis è stato il programma più seguito della serata. 

Il Rito ha inizio nell'atrio della Basilica di San Pietro con la benedizione del fuoco e la preparazione del cero pasquale. Alla processione verso l'altare con il cero pasquale acceso e il canto dell`Exsultet, fanno seguito la liturgia della parola, la liturgia battesimale. Qui il Papa amministra i sacramenti dell'iniziazione cristiana (battesimo e confermazione, poi eucaristia) a 10 neofiti provenienti da: Italia, Portogallo, Albania, Cambogia, e, appunto, Kenya: si tratta della signora Rachel Khayesi, che prenderà il nome di "Maria".

La selezione dei catecumeni, ovviamente, è avvenuta ben prima della strage dell'altro ieri in Kenya. La celebrazione proseguirà poi con la liturgia eucaristica, concelebrata dal Papa con 40 cardinali, 30 vescovi e 350 sacerdoti. Domani, domenica di Pasqua, il Papa dice messa in piazza San Pietro alle 10.15, in diretta su Rai Uno. A mezzogiorno, dalla loggia centrale della basilica vaticana, pronuncia il messaggio pasquale e la benedizione alla città e al mondo, "Urbi et Orbi".