Instascavano mazzette per agevolare le pratiche delle scuole guida, grazie ad un collaudato sistema emerso a seguito delle indagini relative all'inchiesta "Easy Driver" del 2011, che ha portato all'arreasto di 51 persone. Il primo troncone del processo nei confronti dei funzionari delle Motorizzazione Civile di Palermo che avrebbero intascato il denaro si è concluso con 31 condanne ed un'assoluzione. Ad Antonino Nobile, ritenuto "regista" del sistema, è andata la pena più alta: è stato condannato in primo grado ad 8 anni e 9 mesi; l'unico assolto è Salvatore Terranova. 

Secondo la tesi dell'accusa, il sistema ruotava intorno a Nobile, che aveva ammesso in un primo momento di aver intascato le mazzette, ritrattando in seguito tutto in aula. Secondo quanto riportato dall'edizione di Palermo de La Repubblica, l'ex funzionario della Motorizzazione, all'epoca dei fatti, aveva già alle spalle un arresto nell'ambito di un'altra operazione, ma era comunque tornato in servizio, continuando ad incassare denaro per agevolare i titolari delle scuole guida.