Dall'esterno era una coppia di insospettabili, ma i controlli delle forze del'ordine hanno rivelato più di quanto non si potesse immaginare. I due, 34 anni lui, 31 lei, residenti a Carini, sono stati accusati di coltivazione di sostanza stupefacente e furto di energia elettrica, ma non è finita qui. Nel pc dell'uomo, infatti è stato trovato anche materiale pedopornografico.

Al momento risultano entrambi indagati dalla polizia in stato di liberta. Gli agenti del commissariato San Lorenzo hanno scoperto nella loro villa alcune piante di marijuana interrate in vasi ed essiccate: buona parte era conservata in un biberon o in contenitori di vetro. La coltivazione domestica era stata studiata in ogni dettaglio: era stata allestita una stanza munita di sistemi termo-idroelettrici, creando il microclima adatto per la crescita delle piantine, con sistemi di illuminazione, aerazione e ventilazione.

All'interno dello stesso locale, c'erano inoltre alcuni pc: all'interno di uno di essi sono stati rinvenuti numerosi file video, con contenuti di carattere pornografico e pedo-pornografico. Il materiale è stato sequestrato per ulteriori accertamenti: si tratta di 5 personal computer, 11 hard disk ed un monitor). I poliziotti hanno inoltre accertato la presenza di allaccio abusivo all'energia elettrica.