01Vi siete mai chiesti da dove deriva il nome ‘Sicilia’? Una leggenda sussurra che fosse il nome di una bellissima principessa libica che approdò sull’Isola inseguita da un mostro; gli studiosi pensano che fosse il nome di uno dei popoli che l’abitò.

Se pensiamo alla storia di Sicilia, l’Isola avrebbe dovuto chiamarsi ‘Sicania’; visto che i primi ad abitarla furono proprio loro, i Sicani, un popolo che si presume potesse essere di origine iberica. E probabilmente è proprio così che si chiamava prima dell’avvento dei Siculi, che confinarono i loro nemici nella parte centrale della regione, dopo averla presa da Oriente. Questo almeno secondo quanto dichiarano il Diodoro Siculo e Tucidide, ovvero alcuni degli storici Greci più noti.

Era proprio durante la loro epoca che la Sicilia prese momentaneamente il nome di ‘Trinacria’, ad identificare i tre promontori che ne costituiscono gli angoli. Un termine che venne usato anche dai latini e persino da Dante Alighieri nel Trecento.

Ma la questione davvero curiosa è che dei Siculi non si sa molto. Il loro nome permane forte non solo nell’Isola ma anche presso coloro che la abitano e di conseguenza negli aggettivi che alla regione si riferiscono, ma della presenza di coloro che hanno lasciato una tale eredità, ci è rimasto ben poco; e ancor meno delle loro origini.

Molti ricercatori ed esperti di storia presumono fossero genti di provenienza italica, scappate probabilmente dall’area Nord-Ovest dello Stivale; alcuni altri pensano che i Siculi arrivassero invece dall’Illiria, ovvero quel territorio occupato oggi dai Paesi della ex Jugoslavia, dove pare dimorasse un popolo di lingua indo-europea. Altri ancora ipotizzano che i Siculi arrivarono da Oriente sì, ma probabilmente dal mare.

Curiosamente, nella zona dei Balcani, o per meglio dire in Romania, in quel territorio conosciuto per la leggenda del conte Dracula, ovvero la Transilvania, esiste una minoranza di lingua ungherese che prende il nome di ‘Siculi’; una coincidenza? O la conferma del fatto che il popolo che diede vita alla Sicilia potrebbe, di fatto, essere di origine illirica?

Ancora più curioso è poi scoprire che in provincia di Palermo esiste una cittadina chiamata Borghetto; lo stesso nome, oltre ad essere stato utilizzato per nominare una frazione in provincia di Verona è anche un comune della Lombardia. Ma forse questa omonimia non ha niente a che vedere con gli studi che vedrebbero i Siculi come un popolo ‘ligure’ ovvero disposto tra Piemonte, Liguria e Lombardia, bensì solo con l’urbanistica.

Eppure alcuni storici presumerebbero che dai Liguri si siano originati gli attuali baschi. Secondo questa ipotesi, l’area occupata dalla suddetta popolazione era invece compresa tra la foce dell’Arno e il golfo di Biscaglia, tra Francia occidentale e Spagna settentrionale. In seguito, si pensa che i Liguri sia stati costretti alla ritirata nella zona delle Alpi Apuane, a causa delle invasioni di altri popoli: Italici, Venetici, Celti.

Una versione più tradizionale della storia, darebbe da credere che i Liguri non fossero altro che il popolo più a Nord di un unico ceppo di origine indoeuropea che si era stanziato due millenni prima di Cristo in tutta l’Italia tirrena, Sicilia inclusa.

Autore | Enrica Bartalotta