Da un giorno all'altro si è ritrovato insieme alla madre senza una casa, quando gli è stato sospeso il sussidio per le cure della donna, un 87enne affetta da demenza senile. Protagonista della vicenda è un uomo di 45 anni di origini lituane, Darius Nenius, che vive a Birmingham, in Inghilterra.

Come raccontato da Metro, per una quindicina di giorni i due sono riusciti a mantenere la casa, ma poi sono stati sfrattati. Dopo aver trovato un alloggio condiviso, sono finiti sotto un ponte.

"Mia madre ha 87 anni. È invalida e ha una grave demenza. Vivo in Inghilterra da 10 anni e a Birmingham da sette anni – racconta Darius – . Non posso andare a lavorare, la gente dice solo che sono pigro. Ma se lascio mia madre per molto tempo le potrebbe accadere qualsiasi cosa, lei non parla inglese. Questo è orribile. Non posso lasciarla. Questo mi sconvolge, disturba la mamma. Il consiglio comunale si rifiuta di aiutaci perché i miei benefici si sono fermati” spiega l’uomo.

La prima notte hanno dormito “insieme a spacciatori, ratti ed eroinomani” e per loro fortuna uno volontario che si occupa di nutrire i clochard, commosso dalla loro storia, ha deciso di trovargli un rifugio per senzatetto. L’uomo, Raj Rana, dato che non ha trovato nulla, ha deciso di offrire loro tre notti pagate in un hotel, il luogo in cui Darius ha rilasciato l’intervista ai media britannici. 

"Non lavoro da molto tempo, le mie buste paga risalgono al 2012” spiega l'ex magazziniere. Secondo quando raccontato, ha "perso tutto" dopo che sua moglie lo ha lasciato con suo figlio di 9 anni Ridas, ormai sei anni fa. Darius ha dovuto prendersi anche cura di sua madre: "È mio dovere prendermi cura di mia madre," dice.