Picchia la sua donna con calci e pugni fino a romperle le costole. La tragica storia è avvenuta in un’abitazione di via Marchese di Casalotto ad Aci Sant’Antonio, in provincia di Catania: Sebastiano Torrisi, sorvegliato speciale di 47 anni, ha selvaggiamente malmenato la convivente in seguito a una discussione legata a questioni economiche. 

Allarmati dalle urla, alcuni vicini hanno allertato i carabinieri che sono intervenuti tempestivamente riuscendo a liberare la vittima. La donna è stata trasportata in ambulanza all'ospedale di Acireale, dove i medici hanno rilevato delle fratture alle costole e un trauma facciale; per lei una prognosi di 30 giorni. Sebastiano Torrisi, invece, è stato fermato e posto agli arresti domiciliari.