Un automobilista residente nella provincia di Pistoia è stato rintracciato dalla Polstrada e messo agli arresti domiciliari con l'accusa di omicidio colposo ed omissione di soccorso, in seguito ad un incidente mortale. L'impatto è avvenuto nella notte fra sabato e domenica sull'A1, tra gli svincoli di Firenze Sud ed Incisa, ed è costato la vita a Nino Buscaino, in arte El Nigno, rapper di origini siciliane di 26 anni.

Buscaino era conosciuto sia ad Empoli, città che l'aveva adottato per gli studi universitari, sia a Castelvetrano (Trapani), dove era cresciuto il suo impegno musicale contro le mafie. Proprio in Sicilia, si era esibito qualche anno fa in un concerto organizzato da Libera.

Secondo la ricostruzione della Polstrada, l'automobilista arrestato avrebbe innescato l'incidente: Buscaino stava viaggiango in direzione Roma, a bordo della sua Fiat Seicento, quando è stato tamponato all'improvviso da una Golf. E' stato soccorso dai medici del 118, ma è morto poche ore dopo nell'ospedale fiorentino di Careggi, a causa delle ferite riportate in seguito all'impatto.

Il "pirata" della strada è stato individuato grazie ad alcuni filmati: adesso, dovrà rispondere di omissione di soccorso ed omicidio colposo.