Primavera incerta con violente piogge e cambi di tempo nel giro di poche ore. Secondo gli esperti, l’ondata di freddo che sta attraversando il nostro Paese, rientra nelle evoluzioni meteorologiche che la primavera può offrire nel mese di maggio. Si tratta, comunque, di un fenomeno intenso e inatteso rispetto agli anni precedenti.

Antonio Sanò, direttore de ilMeteo.it, ha spiegato ad AdnKronos che è un evento “raro ma non impossibile, perché non è unico; dunque, nessun campanello d’allarme per una primavera ‘fredda’, anzi già prima della fine del mese – assicura – avremo temperature non solo attorno ma persino sopra la media“.

Sanò ha anche aggiunto: “Ci siamo un po’ abituati nell’ultimo decennio a una tendenza che vedeva già dal mese di aprile un aumento delle temperature, con una primavera che già da maggio tendeva a somigliare all’estate. Tuttavia, questa tendenza era anch’essa anomala, in quanto si raggiungevano temperature molto al di sopra della norma. Maggio è un mese primaverile e dunque vi rientrano fase fredde e piovose e persino le cosiddette nevicate tardive alternate a fasi più calde con connotati che possono definirsi estivi”.