Via libera alla vendita diretta dei prodotti agricoli siciliani. Si tratta di un’ottima opportunità per la Sicilia e le sue tantissime produzioni. L’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato il disegno di legge, mettendo in atto una vera e propria rivoluzione.

Grazie a questa modalità i Comuni adibiscono dei luoghi, autorizzando i mercati per la vendita diretta dei prodotti agricoli siciliani e informando i consumatori sull’origine e sulla specificità degli stessi prodotti. Così si incentiva la riduzione della filiera ed è più facile acquistare prodotti genuini e locali.

Acquistare i prodotti agricoli siciliani sarà più facile

«Partire dal basso, per una politica ricca di umiltà e che punta alla solidarietà. Intraprendere tale attività è senza dubbio una notevole opportunità imprenditoriale, specie in un contesto di crisi occupazionale in cui versa il nostro territorio. Rappresenta un vantaggio sia per il produttore che per il consumatore, il quale accede direttamente alle fonti di produzione, senza perdersi nella lunga filiera di intermediari». Lo ha detto il Presidente della Commissione Attività produttive, on. Orazio Ragusa.

«Per agevolare sia il produttore che il consumatore sarà consentito agli imprenditori agricoli di effettuare contestualmente alla vendita diretta dei prodotti, la loro somministrazione nonché di vendere i medesimi anche manipolati o trasformati, già pronti per il consumo, mediante l’utilizzo di strutture mobili in possesso dell’impresa agricola».

«I prodotti della terra, anche trasformati, potranno essere venduti direttamente al consumatore, senza troppe intermediazioni il disegno di legge sulla vendita diretta dei prodotti agricoli elaborato in Commissione attività produttive di cui sono cofirmataria oggi è diventato legge». Lo ha aggiunto la deputata Ars Rossana Cannata –

«La norma amplia il raggio d’azione dell’imprenditore agricolo e gli consente non solo di esercitare attività legate alla produzione, ma anche di vendere i propri prodotti all’interno dell’azienda agricola, oltre che su aree pubbliche e attraverso l’e-commerce. Finalmente anche la Sicilia si adegua alla normativa nazionale, con questa nuova legge che risponde alle esigenze delle piccole e medie imprese, in modo tale che queste ultime possano avere il giusto spazio nella filiera distributiva e consentire nel contempo una maggiore valorizzazione delle eccellenze tipiche locali».