ImmagineBICARBONATO DI SODIO: Bicarbonatodi sodio, aceto e limone sono tre elementi indispensabili per l’igiene domestica, totalmente naturali, ecologici ed estremamente economici. Il bicarbonato di sodio, solubile in acqua, delicatamente abrasivo, impedisce la formazione dei funghi, è in grado di assorbire gli odori, eliminando le fastidiose “fragranze” di piedi e ascelle, è antibatterico, igienizzante.

BICARBONATODiluito in acqua, in uno spruzzino (non più di 96 gr. per litro con acqua calda sotto i 60 gradi) può essere cosparso sui sanitari con dell’aceto, passandoli immediatamente con una spugna proprio mentre la reazione chimica è in atto; può essere impiegato come sapone liquido, mischiato con acqua, messo sulla spugna, per rimuovere le incrostazioni delle pentole: basta aggiungerlo al normale detersivo liquido per piatti! Sciolto in acqua calda, elimina le macchie di calcare; diluito in acqua e aceto deterge qualunque superficie rigida, dal legno al marmo, dall’acciaio al vetro. Versato in un contenitore e messo in frigo, oppure in una scarpiera o direttamente nello scarico del lavello o del bidet, elimina i cattivi odori; frizionato sulle mani annulla ogni traccia d’aglio o cipolla; aggiunto nella dosa di mezzo cucchiaino all’acqua di un vaso contente un bouquet, prolunga la durata del mazzo; disinfetta frutta e verdura.

ACETO 1ACETO: L’aceto ha dalla sua un basso costo (da 50 a 80 centesimi a litro), facendo risparmiare una discreta somma della spesa che abitualmente viene sostenuta per acquistare detersivi di uso quotidiano. Pulisce e sgrassa mobili in laminato, “formica” o legno laccato della cucina o del bagno, piastrelle, superfici e oggetti in plastica lavabile (es. giocattoli, seggiolini, pattumiera, stendini, tendine doccia). Se gli oggetti da pulire sono di piccole dimensioni, basta passarci sopra una spugna imbevuta di acqua calda e aceto senza risciacquare mentre, nel caso di pulizia generale, basta munirsi di una bacinella con acqua calda e aceto oppure di una bottiglia a spruzzo riempita con la stessa soluzione. Per togliere il calcare dalle tubature, versate in lavatrice 4 litri di aceto allungato con acqua e programmate un lavaggio a vuoto a 90 gradi. Per eliminare il calcare dal ferro da stiro a vapore, riempitelo di tanto in tanto di acqua e aceto in parti uguali, scaldate il ferro per far uscire un po’ di vapore, staccate la spina e lasciatelo in piedi fino al raffreddamento, svuotatelo e sciacquate con acqua pura. Se vi interessa pulire solo la piastra, strofinatela con aceto caldo e sale fino. Per pulire rame e ottone, sfregateli con sale grosso inumidito con aceto caldo, sciacquando con acqua pura e asciugando con un panno molto morbido. Per ravvivare i colori dei tappeti e della moquette, passate l’aspirapolvere e dopo uno straccio imbevuto d’aceto bianco, seguendo il senso del pelo, cambiando di tanto in tanto lo straccio non appena sporco. Questo è un efficace trattamento anche contro tarme e pipì di cani e gatti. L’aceto elimina le tracce dei deodoranti dalle camicie (lasciatele immerse in acqua e aceto prima di lavarle), elimina le macchie di calce dagli abiti da lavoro (sfregatele con acqua e aceto). Inoltre, potete impiegarlo diluito in acqua per spazzolare i vasi, mantenendo i pori della terracotta puliti e facendo respirare le vostre piante in giardino, per far brillare bicchieri di vetro o cristallo (lavandoli con 2-3 cucchiai di aceto per litro di acqua), per sciogliere le macchie di calcare e per il WC, purché non lo usate mai combinato col cloro che è contenuto in molti detergenti sanitari.

LIMONE 1LIMONE: Passando al limone, il suo succo è ottimo per eliminare le macchie di inchiostro, applicato sulla macchia fresca; per lucidare i gioielli in oro (immergendoli in una ciotola con del succo di limone e lasciandoli in ammollo per una notte intera prima di sciacquare con acqua corrente); per far brillare i vetri ( nebulizzando, tramite uno spruzzino, il succo di due limoni con mezzo litro di acqua e asciugando con dei fogli di giornale); per lucidare l’ottone e l’alluminio (mescolando del cremone di tartaro, un ingrediente di pasticceria trovabile al supermercato col succo di limone fino ad ottenere una pasta densa da strofinare sull’oggetto da lucidare con movimenti circolari). Il limone è ottimo come alternativa alla candeggina: mettete in ammollo i panni per 20-30 minuti in una miscela di succo di limone e bicarbonato, per poi passarli in lavatrice e procedere col lavaggio! Per mettere a nuovo le scarpe da ginnastica, invece, versate il succo di mezzo limone su un batuffolo d’ovatta, sfregandolo sulle scarpe per poi farle asciugare al sole.

Caterina Lenti