Fabio Soto, promessa del calcio spagnolo di appena 17 anni, è stato trovato morto dopo essere precipitato in mare da una scogliera mentre si trovava a Malta, in località Delimara, per cause ancora poco chiare. Il ragazzo, originario della Galizia, militava nelle giovanili del Coruxo, club di Segunda Division B, la terza serie professionistica iberica.

È stata proprio la sua squadra a dare la notizia tramite su Twitter: "L'incidente è avvenuto alle 19.20 di martedì 3 luglio, ma le ricerche si sono interrotte con la notte e sono state riprese solo al mattino seguente, quando intorno alle 8 è stato ritrovato il corpo", si legge.

Dopo essere precipitato, il cadavere di Fabio è stato recuperato alle prime luci di mercoledì 4 luglio da alcuni sommozzatori. Sul caso le autorità maltesi stanno svolgendo le dovute indagini. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, il ragazzo stava nuotando con i suoi amici quando è improvvisamente scomparso.

Benché abbiano provato a cercarlo da soli, hanno in seguito deciso di allertare le forze dell'ordine locali, che dopo ore di perlustrazione lo hanno identificato. "Dolore, rabbia, tristezza e impotenza. Riposa in pace Fabio, resterai sempre nei nostri cuori", scrive il suo club sui social.