Di promesse elettorali così pittoresche, forse, non se n'erano mai sentite. A parte quelle del Cetto La Qualunque di Antonio Albanese. In Turchia, però, si sono superati: "Vi faremo avere un lavoro, una casa e una moglie".

A poco più di una settimana dal voto anticipato del primo novembre, la clamorosa sparata di Ahmet Davutoglu, premier ad interim e candidato dell'Akp di Recep Tayyip Erdogan, sta scatenando proteste e ironie. La promessa è arrivata ieri durante un comizio nella provincia sudorientale a maggioranza curda di Sanliurfa.

Davutoglu, più che un politico, in certi momenti sembrava una macchietta teatrale: "L'Akp vuole che la gente di questa terra si riproduca. Quando avrai bisogno di una moglie, dillo ai tuoi genitori. Loro si impegneranno per trovarti una sposa degna, ma se non dovessero riuscirci, allora vieni da noi".


Fonte: Hurriyet Daily News/web