Il “Prosciutto dei Nebrodi” è stato riconosciuto dal ministero dello Sviluppo Economico come marchio collettivo di qualità. Si tratta di un primo passaggio che servirà a tutelare gli allevatori siciliani dalle contraffazioni, che negli ultimi anni sono sempre più frequenti, e che porterà all’ottenimento del marchio D.O.P.. Il riconoscimento è arrivato grazie al lavoro dell’Opan (Organizzazione Prodotto Allevatori Nebrodi), con il supporto degli Assessori regionali alle Autonomie locali Bernardette Grasso e al Territorio e Ambiente Salvatore Cordaro.

Il prossimo passo sarà la creazione del Consorzio Tutela Nebrodi, che si occuperà di garantire la tracciabilità e l’originalità del prodotto. Nell’aprile del 2018 era stato apposto il primo marchio su un prosciutto crudo di Suino Nero dei Nebrodi.

Il Prosciutto dei Nebrodi ha vinto nel 2018 il Premio Golosario a Vinitaly, la celebre manifestazione che si tiene ogni anno a Verona. Esprimo soddisfazione per il lavoro svolto da Giuseppe e dall’Opan – ha dichiarato l’assessore Bernardette Grasso –un primo passo per il consolidamento della filiera che servirà a portare indotto all’intero comparto, per dare slancio all’economia del territorio e salvaguardarne l’identità”.

“Il suino nero dei Nebrodi deve essere riconosciuto come specie di eccellenza – ha aggiuntoe l’assessore Grasso -dunque adesso gli sforzi di tutti devono essere concentrati sul riconoscimento della D.O.P. e sulla costituzione del consorzio di tutela”.