Azzappa all’acqua e simina o ventu. Questo proverbio siciliano ci piace molto, perché rientra tra quelli carichi di saggezza. Ormai dovreste sapere bene che esiste un proverbio per ogni occasione. Alcuni ci strappano una risata e accompagnano momenti di frivolezza, mentre altri ci invitano alla riflessione.

I modi di dire sono un modo originale per conoscere la Sicilia nella sua essenza più autentica, legata al territorio e alle usanze di un tempo. Da una provincia all’altra cambiano leggermente i termini utilizzati, ma il senso rimane immutato. Così, oggi approfondiamo insieme un proverbio siciliano davvero interessante.

Cosa vuol dire Azzappa all’acqua e simina o ventu? Partiamo dalla traduzione letterale: “Zappa sotto la pioggia e semina quando c’è vento“. Dovrebbe già essere tutto un po’ più chiaro. Le azioni di cui si parla sono del tutto inutili: non ha senso, infatti, zappare mentre diluvia o piantare dei semi mentre il vento li porta via.

Questo proverbio è sovente ricollegato all’intraprendere un’impresa che avrà esisto negativo o al fatto di spendere moltissime energie per qualcosa che non porterà a nulla. Molto simile è la variare “Tirari acqua cu lu panari”: che senso ha cercare di raccogliere l’acqua con un cestino bucherellato?

Non siate ostinati, dunque, e ricordate che ogni impresa merita il giusto impegno.