Parliamo di proverbi siciliani sulla salute. Come sapete ormai molto bene, c’è un proverbio adatto a ogni circostanza.

Dall’avvicendarsi delle stagioni, alla vita di tutti i giorni, passando attraverso buon cibo e buon vino, c’è sempre un modo di dire adatto.

Oggi abbiamo scelto di approfondire i proverbi siciliani legati allo stato di salute. Scopriamoli insieme.

Proverbi Siciliani sulla Salute

  • A lettu fai du cosi, si non dormi t’arriposi
    (A letto se non dormi ti riposi)
  • Si voi campari l’anni di la cucca sparda scarpi assai e linzola picca
    (Se vuoi vivere a lungo consuma tante scarpe e pochi lenzuoli)
  • Cu appi focu campau, cu appi pani muriu
    (Chi ha avuto fuoco è sopravvissuto chi ha avuto pane è morto)
  • Ognuno avi li so guai, cù cchiù picca e cu cchiù assai
    (Ognuno ha i suoi guai chi di meno chi di più)
  • Diu nni scanz di quattro pirsuni: medici, nutara, spiziali e mali patroni
    (Dio ci liberi da medici, notai, farmacisti e cattivi padroni)
  • Si hai un mali cuntulu a tutti, qualcunu ti po’ dari aiutu
    (Se stai male, raccontalo a tutti: qualcuno ti potrà dare aiuto)
  • Pinnuli di jiaddina e sciroppu di cantina
    (Uova di gallina e vino sono i migliori rimedi)
  • Un muzzuni ruttu campa cent’anni
    (Una brocca sbeccata dura a lungo, perché viene usata con cura)
  • Testa fridda e pedi caudi
    (Tieni la testa fredda e i piedi caldi)
  • Catarru, vinu cu lu carru
    (Per combattere il catarro, vino a volontà)

Articoli correlati