“Acqua, cunsigghiu e sali a cu un n’addumanna un ci nni rari”. Ecco un altro proverbio siciliano da conoscere meglio insieme. C’è stato un tempo in cui i proverbi erano tenuti in grande considerazione, poiché erano ritenuti una fonte di consigli e suggerimenti preziosi per la vita di tutti i giorni.

Oggi dei proverbi si parla meno, ma non per questo sono diventati meno efficaci.

Si tratta, peraltro, di un modo per conoscere meglio la lingua siciliana e approfondire la cultura più verace della nostra terra. Il proverbio che abbiamo scelto è molto incisivo nella sua semplicità: scopriamo insieme perché.

“Acqua, cunsigghiu e sali a cu un n’addumanna un ci nni rari” si traduce come: “Acqua, consiglio e sale: non darne a chi non ne chiede”. Al di là del suo significato letterale, questo proverbio invita a riflettere prima di intervenire in una qualsiasi questione. Non serve sempre dire la propria su tutto, alle volte si può anche ascoltare.

Articoli correlati