Cosa vuol dire Lu picca m’abbasta, l’assai m’assuverchia?

  • I proverbi siciliani non finiscono mai di stupirci.
  • Questi semplici modi di dire della tradizione sanno sempre regalarci perle di saggezza.
  • Ecco un proverbio dedicato a chi si accontenta.

Il nostro viaggio alla scoperta dei proverbi siciliani più belli ci porta oggi ad approfondirne uno dedicato a tutti quelli che si accontentano. I modi di dire della tradizione, spesso, sono un elogio delle abitudini più semplici, della capacità di godere di ciò che si ha e della bellezza di quelle cose cui non prestiamo attenzione. La saggezza popolare sapeva cogliere anche le sfumature apparentemente insignificanti dell’esistenza e, quando le trasformava in proverbi, le dotava di una interessante importanza. C’è stato un tempo in cui i proverbi erano tenuti in grande considerazione. Vi si faceva ricorso spesso e volentieri e venivano citati ogni qualvolta ci fosse bisogno di un consiglio, ma anche quando si voleva semplicemente intrattenere il proprio interlocutore. Li abbiamo sentiti dire molte volte ai nostri nonni, ma oggi questa abitudine è un po’ finita nel dimenticatoio. Si tratta di un peccato, perché in realtà dai proverbi c’è sempre da imparare.

Il proverbio siciliano che abbiamo scelto per voi ha un significato molto essenziale, che tuttavia sa indurre alla riflessione: “Ciò che è poco mi basta, ciò che è assai mi avanza”. Una frase che, soprattutto a confronto con il benessere che ci circonda oggi, assume un senso ancora più profondo. Si tratta di un invito a ricordarsi che a volte è meglio accontentarsi: ciò che si possiede, può anche essere proprio quello di cui si ha bisogno. Siamo certi del fatto che, al momento opportuno, troverete l’occasione per citare il proverbio Lu picca m’abbasta, l’assai m’assuverchia!

Articoli correlati