Passari li guai di lu linu: il signficato.

  • Oggi scopriamo da vicino un singolare modo di dire siciliano.
  • Non si tratta di un vero e proprio proverbio, ma di una metafora utilizzata per indicare una situazione di difficoltà.
  • Ancora una volta, dunque, ci addentriamo nella cultura e nel folklore della nostra isola.

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle tradizioni siciliane. In particolare, oggi vogliamo concentrarci su un modo di dire. Facciamo, dunque, una piccola variazione sul tema dei proverbi, rivolgendoci invece su una frase utilizzata per indicare una situazione di difficoltà. Probabilmente alcuni di voi l’avranno sentita pronunciare ai nonni o ai genitori, o l’avranno utilizzata, mentre per altri giungerà del tutto nuova. Se non avete idea di cosa significhi, non preoccupatevi: siamo qui per questo! Ci piace molto recuperare le antiche frasi della tradizione – proverbi e non – perché ci permettono di conoscere la Sicilia più a fondo. Ci raccontano cosa avveniva un tempo e ci rivelano consuetudini e tradizioni. Il folklore della nostra isola è in grado di regalarci vere e proprie perle di saggezza, da utilizzare ancora oggi.

Cosa vuol dire, dunque, Passari li guai di lu linu? Lettermalmente significa “Passare i guai del lino“. Ma perché il povero lino passa i guai? La risposta è presto detta. Le fibre del lino sono contenute nella parte interna della corteccia. Gli steli si mettono a macerare, quindi vengonosottoposti alla maciullatura per mezzo di martelli detti gràmole, azionati a mano o meccanicamente, che schiacciano e frantumano la parte legnosa. Insomma, vengono decisamente strapazzati. Così, viene fatto un paragone tra la sorte del lino, che viene battuto e martellato, e una persona che affronta guai e peripezie.

Articoli correlati