provvidenza-grassi-2C’è un testimone per l’incidente stradale nel quale sarebbe mortaProvvidenza Grassi. Un testimone non oculare ma uditivo. Si tratta diGiovanni Scivolone, abitante di Bordonaro, che ieri alla trasmissione “Punto franco” di RTP ha raccontato quanto sentito quella notte tra il 9 e il 10 luglio 2013.

Quella sera ero affacciato alla finestra di casa. Fumavo una sigaretta – racconta Scivolone -.Esattamente alle 2.23 ho sentito un rumore, come di una frenata. Poi una botta violentissima. Successivamente ho sentito muoversi le foglie degli alberi. Mi sono sporto, ma era buio pesto e non ho visto niente“. Tutto ciò sembra quindi confermare quanto ipotizzato sin da subito dagli inquirenti. Ma c’è dell’altro.

Scivolone infatti aggiunge un particolare che potrebbe far pensare o ad altre vetture coinvolte o comunque a qualcun altro che abbia assistito, magari direttamente dall’autostrada, all’incidente. Testimonia infatti l’uomo: “Mi sono accorto, però, che una Peugeot di colore bianco percorreva la bretella dell’uscita della tangenziale di Gazzi a velocità ridottissima. Strano, visto che a tarda notte, i veicoli sfrecciano a tutta velocità“.

Si apre così un nuovo scenario nel caso di Provvidenza Grassi. La testimonianza di Scivolone smonterebbe qualsiasi tesi alternativa avanzata dalla famiglia della ragazza e dal loro avvocato,Giuseppina Iaria. Nessuno di loro è comunque intervenuto nel corso della trasmissione.

Dario Lo Cascio

Stretto Web