Non ha esistato a pubblicare su Facebook le immagini di un ladro che, nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 aprile, ha "visitato" il suo locale, ma adesso rischia di pagare caro quel post.

Nicola Viganò, 50enne di Desio (Monza), ha aperto il ristorante Shabu tre anni fa. Il ladro è entrato in azione intorno alle ore 2 del mattino: è sceso in un sotterraneo, ha rotto una botola di vetro ed è entrato. In pochi istanti ha sottratto i tablet che i camerieri usano per le ordinazioni, tutti nuovi di zecca, e si è portato via la valigetta della cassa, che conteneva 600 euro in banconote di piccolo taglio.

"Voglio che tutti lo guardino in faccia – ha spiegato Viganò -. Oggi non è facile restare sul mercato. Un furto di 2500 euro, con danni alla struttura per altri 2500 euro, è un colpo in grado di mandare all’aria un locale". Il ristoratore è stato però ammonito dai carabinieri: "Quelle immagini vanno rimosse". Adesso per lui potrebbe scattare una denuncia per "divulgazione di immagini relative all'attività di indagine".