I pupi ballerini di Rossomanno si trovano all’interno della Riserva Naturale Orientata di Rossomanno Grottascura e Bellia. Siamo tra i comuni di Enna, Piazza Armerina e Aidone, in un contesto storico e naturalistico di pregio. Istituita nel 2000 con la finalità di conservare e tutelare un antico rimboschimento di conifere, la riserva si caratterizza per estese pianure che si alternano a tratti in pendio.

Di fatto, è nata per proteggere un ambiente naturale in cui l’uomo ha avuto una parte rilevante, con estesi rimboschimenti di pini mediterranei ed eucalipti. Rappresenta, dunque, una riserva molto atipica, per la predominanza di specie arboree alloctone e poche specie animali.

Pupi Ballerini di Rossomanno e Pietre Incantate

Per quanto riguarda il paesaggio, vi sono altipiani calcarenitici, con alture che si attestano poco al di sotto dei 900 metri s.l.m. Proprio le rocce arenarie caratterizzano l’ambiente. La facile erosione esercitata dagli agenti atmosferici ha dato vita, tra le altre cose, ai cosiddetti “Pupi Ballerini” e alle “Pietre Incantate”.

Queste altro non sono che sculture in pietra dalle morfologie fantastiche. Sorgono vicino all’area Ronza, in una specie di cerchio magico. Secondo la credenza popolare, sorsero a causa di un sortilegio che pietrificò una danza sabbatica. Sono disposte come “menhir”, tanto che si pensa possano derivare da un allineamento dolmenico di origine preistorica. Sappiamo, ovviamente, che sono semplicemente state plasmate dalla natura.

Foto Davide Mauro

Articoli correlati