Una ragazza palermitana in vacanza a Roma ha sventato una truffa perpetrata a danno di ignari turisti. I carabinieri hanno denunciato per truffa aggravata in concorso due cittadini del Bangladesh, di 32 e 44 anni, con precedenti, che gestiscono un negozio Money Transfer in via Giovanni Giolitti. I due vendevano biglietti Atac già obliterati, spacciandoli per nuovi.

La 26enne palermitana, dopo aver acquistato un biglietto, ha chiesto conferma della validità al personale Atac presso una fermata del bus, facendo emergere la verità. Ha, dunque, allertato i carabinieri, che sono intervenuti presso l'attività dove l'aveva comprato.

All'interno di un cassetto, sotto la cassa, i militari hanno trovato altri 43 biglietti Atac già obliterari, pronti alla vendita illegale. Il tutto è stato sequestrato e i due responsabili sono stati denunciati a piede libero e segnalati all'autorità giudiziaria.