PALERMO – Giacoma e Rosalia Camarda sono già state ribattezzate da qualcuno le cugine terribili. Già, perché lo scorso marzo avevano seguito fin dentro l'androne del palazzo di una zona residenziale di Palermo dove abitava una giovane, che rincasava dopo una serata con gli amici. All'improvviso l'hanno bloccata e scaraventata per terra, per poi massacrarla di calci e pugni.

Tutto con l'obiettivo di rubarle una borsa griffata. Missione compiuta per le due malviventi, rispettivamente di 33 e 36 anni. Adesso, però, le indagini della polizia hanno portato al loro arresto. Fondamentale l'aiuto delle immagini di videosorveglianza. Giacoma e Rosalia Camarda sono state rinchiuse ai domiciliari.