Una coppia di quarantenni stava facendo sesso tra le auto di un parcheggio. Sorpresi dalla polizia, si sono ricomposti scusandosi per l'accaduto e raccontando di non essere riusciti a contenere i freni inibitori. Ma non c'è stato niente da fare: nonostante la depenalizzazione del reato di atti osceni in luogo pubblico, dovranno pagare 10.000 euro di multa ciascuno.

Tutto è accaduto sabato notte in provincia di Genova. Una pattuglia della polizia è impegnata in un'attività di pattugliamento presso il parcheggio. Da quelle parti i furti d'auto sono una costante. A un certo punto la volante sente degli strani rumori provenire dall'angolo più nascosto del parcheggio. 

"Volevamo chiuderci in auto, ma non abbiamo resistito alla tentazione di fare l'amore all'aperto". Poco male, se non fosse che la legge prevede una multa dai 5 ai 30mila euro. Per estinguere la contravvenzione, i due amanti potranno pagare il doppio del minimo, vale a dire 10mila euro.