RAVANUSA (AGRIGENTO) – Tragico caso di violenza sessuale di un romeno su una minore. Per quasi due anni avrebbe costretto una ragazza di 16 anni a subire i suoi sordidi istinti, approfittando delle condizioni di inferiorità fisica e psichica della giovane.

I carabinieri hanno arrestato un uomo romeno di 41 anni in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Gela (Caltanissettta), su richiesta della Procura di Agrigento e di Gela. L'operaio, residente a Ravanusa, in provincia di Agrigento, è ritenuto responsabile di violenza sessuale e atti sessuali con minorenne.

Gli abusi si sarebbero consumati da settembre 2012 a maggio 2014 a Mazzarino, dove risiedeva il romeno, e poi a Ravanusa.