I disordini del sonno sono, purtroppo, sempre più diffusi: ansia e stress sono tra le principali cause delle notttate insonni, ma non sono le uniche. Ad influire, infatti, non ci sono solo fattori psicologici: lo ha spiegato Antonio Culebras, organizzatore della "World Sleep Day 2016" (Giornata Mondiale del Sonno 2016). 

Da qui derivano le 10 regole d'oro per un sonno perfetto. Vediamo insieme quali sono.

1. Spegnere i dispositivi elettronici – La luce blu di smartphone, table, TV e pc è in grado di sopprimere la melatonina, ormone che aiuta il sonno.

2. Evitare di bere alcolici – L'alcol induce un sonno molto leggero, che non permette al cervello di riposare come dovrebbe.

3. Svegliarsi presto – Alzarsi presto potrebbe essere la soluzione giusto. Esporti alla luce del mattino stabilizza l'orologio biologico.

4. Dimenticare le preoccupazioni – Meditare e rilassarsi aiuta a lasciare andare via le preoccupazioni accumulate durante il giorno e quindi dormire meglio. 

5. Fare attività fisica – Garantisce un ottimo riposo notturno, ma è importante farla circa sei ore prima di andare a letto.

6. Fare "quella" attività fisica – Il sesso è uno tra i migliori rimedi per dormire bene.

7. Bere qualcosa di caldo – È un ottimo modo per rilassarsi e prepararsi per il sonno, ma non deve contenere né caffeina né alcol. Mai bere troppe tisane, inoltre, se non si vuole essere svegliati dalla vescica nel bel mezzo del sonno. 

8. Ascoltare musica – L'importante è che sia una musica adatta: niente rock, perché può portare a uno stato di eccitazione.

9. Ricorrere ai farmaci solo se necessario – Si ottengono ottimi risultati a breve termine, ma bisogna fare attenzione.

10. Prenderla alla leggera – Se fate diventare l'insonnia un problema enorme, vi priverà ancora di più del sonno. Rilassatevi e affrontatela con calma.