Di nuovo visitabili i musei di Naxos e Francavilla di Sicilia.

  • Dato che la Sicilia è passata in Zona Gialla, è di nuovo possibile visitare mostre e musei.
  • La riapertura è, naturalmente, soggetta ad alcune restrizioni, poiché i siti sono aperti solo dal lunedì al venerdì.
  • Tra i luoghi aperti, ci sono anche il museo e l’area archeologica di Naxos e il museo di Francavilla.

Si torna a godere dei siti archeologici e dei musei siciliani. Con il passaggio della Sicilia in Zona Gialla, infatti, hanno potuto riaprire le loro porte anche musei e mostre della nostra isola. Questo tipo di attività è soggetta ad alcune restrizioni, poiché si potrà accedervi solo dal lunedì al venerdì. Vi invitiamo, inoltre, a verificare eventuali modalità di prenotazione e regole per l’ingresso, in modo da poterne fruire in tutta sicurezza. Tra i siti gestiti dal parco archeologico Naxos Taormina sono tornati accessibili ai visitatori il museo e l’area archeologica di Naxos (da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 16.30) e il M.A.FRA, il museo archeologico di Francavilla di Sicilia. Proprio il M.A.FRA è l’ultimo “gioiellino” realizzato dal parco insieme con il Comune: è stato inaugurato a metà ottobre del 2020 e l’ingresso è gratuito. L’ingresso per Naxos, invece, ha un costo di 4 euro.

Teatro Antico e Isola Bella di Taormina ancora chiusi

Sono al momento ancora chiusi, invece, il Teatro Antico di Taormina e l’Isola Bella. La direttrice del Parco Naxos Taormina, Gabriella Tigano, ha spiegato: “Fino alla fine di febbraio siamo costretti a tenere chiuso il Teatro Antico a causa di indispensabili lavori alla cabina Enel che serve l’intera cittadina: interventi incompatibili con la presenza di visitatori sia pure in formato ridotto, stante l’attuale paralisi dei flussi turistici a causa della pandemia. In partenza infine i lavori all’Isola Bella dove nei prossimi giorni sarà allestito il cantiere dei lavori di manutenzione straordinaria che, oltre a ripristinare uffici e biglietteria, consentiranno il recupero di alcuni ambienti attualmente interdetti ai visitatori per ragioni di sicurezza. Contiamo di riaprire il sito in maniera definitiva fra qualche mese, e comunque prima della stagione estiva, restituendo ai sempre numerosi visitatori nuovi spazi di questa affascinante dimora d’epoca, talmente mimetizzata nel paesaggio e nella flora dell’isola da essere un tutt’uno con l’ambiente circostante”.

Per ulteriori informazioni, potete cliccare qui.
Foto: Arnoldius –  Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 Generic

Articoli correlati