01Le crêpes sono uno dei piatti più golosi e fantasiosi della cucina internazionale, partendo da una ricetta base semplicissima si possono
personalizzare ed arricchire secondo il proprio gusto, sperimentando abbinamenti sempre nuovi e curiosi. 
Dal salato al dolce, esistono tantissimi modi di farcirle rendendole,così, una pietanza molto versatile da utilizzare come antipasto, primo piatto o dessert .
Nella provincia di Teramo, in Abruzzo, esiste un uso delle crespelle nella cucina locale molto particolare: 
esse vengono adoperate per la preparazione dei timballi, in sostituzione delle lasagne.
In alcuni tipi di zuppe e minestre si usa tagliarle a striscioline e accompagnarle al brodo, solitamente di carne, come ad esempio si fa in Alto Adige.
In Francia sono un simbolo tradizionale di amicizia e alleanza, servite tradizionalmente in occasione della Candelora il 2 febbraio, si usava esprimere un desiderio quando si voltava la crêpe nella padella.
 
Per preparare 12 crêpes occorrono:
 
125 gr di farina 00
2 uova
1 e mezzo bicchiere di carta di latte
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
50 gr di burro
Sale
 
Amalgamare bene tutti gli ingredienti, tranne il burro, in una ciotola aiutandosi con una frusta elettrica. 
Lasciare riposare il composto il frigorifero per circa un’ora, il tempo che di compattarsi. 
La consistenza deve risultare né troppo liquida né troppo densa, appena cremosa.
 
Procediamo, quindi, alla cottura delle crêpes. Ungere col burro un padellino antiaderente di circa 15 cm di diametro,
appena sarà caldo versarci sopra un mestolo di pastella ed aspettare che i bordi comincino a cuocersi e a staccarsi dalla padella,
per facilitare questo processo aiutarsi con un cucchiaio di legno sollevando appena il bordo appena inizia a cuocersi.
 
Le crepes così cotte possono conservarsi in frigorifero, coperte con la pellicola trasparente, per un paio di giorni.
A questo punto ci si può sbizzarrire a farcirle in varie maniere. Le crêpes dolci vengono condite ad esempio con marmellata, nutella ( la variante più diffusa), creme, panna o mascarpone, liquori e sciroppi, nocciole e frutta e guarnite con zucchero a velo. Quelle salate possono essere farcite in modo semplice, ad esempio con formaggio, prosciutto, pomodoro e insalata, oppure, in modo più stuzzicante e gustoso, con besciamella e funghi, scamorza affumicata e zucca rossa, radicchio e speck, ricotta e spinaci.
La crêpe dolce solitamente viene chiusa “a fazzoletto” nel seguente modo: su un quarto della frittatina si versa il ripieno e la base si ripiega a metà due volte, fino ad ottenere un triangolo.