Bisogna bere molto, ma occhio a non esagerare. Una donna inglese di 59 anni si è ammalata gravemente dopo aver bevuto troppa acqua: il racconto appare paradossale, ma è invece del tutto autentico. L'eccesso di acqua ha provocato alla donna un'infezione delle vie urinarie. Il medico le aveva consigliato di bere molto, ma lei aveva esagerato: così è finita in ospedale, dove i medici hanno riscontrato livelli di sodio pericolosamente bassi nel suo sangue. Questo è ciò che accade quando si beve molta acqua in poco tempo: i sintomi includono nausea, vomito e mal di testa. Nei casi più gravi, il cervello può gonfiarsi e portare a confusione, convulsioni, coma o addirittura morte. 

Il dottor Imran Rafi, responsabile di Innovazione clinica e ricerca presso il Royal College of General Practitioners, ha spiegato: «Bere una giusta quantità di acqua è importante per mantenerci in buona salute, sia fisicamente che mentalmente. Quindi vorremmo incoraggiare i pazienti a bere di più se hanno sintomi di disidratazione, come la sensazione di sete, notano le urine scure. Ma non c'è una quantità di acqua raccomandata al fine di rimanere in buona salute. La cosa fondamentale è essere idratati e che le urine abbiano un colore chiaro». E ha concluso: «Questo caso mette in evidenza che l'eccessiva assunzione di acqua può avere conseguenze importanti per i pazienti, e questo è qualcosa di cui operatori sanitari e pazienti devono tenere a mente».