Spegniamo la luce per non spegnere il lavoro“. Questo è lo slogan dell’iniziativa di protesta contro i rincari di gas ed energia elettrica ideata da Andrea Graziano, founder e ideatore del brand Fud bottega sicula, che ha invitato i colleghi ristoratori a spegnere le luci e accendere delle candele per un’ora dalle 20 di giovedì 27 gennaio.

L’iniziativa, secondo l’organizzatore, ha ricevuto l’adesione di diverse centinaia di colleghi ristoratori in Sicilia, della Fipe Confcommercio Catania, e che, con il supporto dell’associazione italiana Ambasciatori del gusto, si è allargata a tutto il territorio nazionale.

“Da Catania a Palermo per arrivare a Messina, Siracusa e Ragusa e superare lo stretto fino a Roma, Milano e Torino – ha affermato Graziano – ho chiesto personalmente a centinaia di ristoranti in tutta Italia di aderire a questa insolita protesta contro un insostenibile caro bolletta che sarà rilanciata sui social con l’uso dell’hashtag #blackoutdinner“.

“Bollette alla mano – ha proseguito l’imprenditore – mi sono ritrovato a far fronte ad una spesa di oltre 32.000 euro contro poco più di 12.000 euro dello stesso periodo dell’anno scorso. Un rincaro di oltre il 150%, davvero insostenibile in un momento difficile come questo dove, tra clientela in calo e personale in quarantena, è ancora più difficile riuscire a fare il nostro lavoro. Chiedo a chi come me lavora e vive di ristorazione di aderire a questa protesta, spegnendo la luce dei propri locali alle 20 di giovedì e pubblicando sui social le foto della ‘cena a lume di candela’, usando l’hashtag #blackoutdinner“.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati