Piuttosto raccappriccianti sono i dettagli che emergono dall'operazione condotta dalla squadra mobile di Catania sul caso della prostituzione di una minorenne.
Gli agenti hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di Mercy Osawe, nigeriana di 48 anni, la quale dovrà scontare 2 anni e 3 mesi di reclusione per tratta di persone.
La donna risulta coinvolta nella vicenda della prostituzione di una minorenne; una giovane connazionale sarebbe infatti stata acquistata per 11mila euro e costretta poi a prostituirsi per le strade del capoluogo etneo, dopo essere stata sottoposta a rito vudù.

 

Peraltro non è la prima volta che Mercy Osawe finisce in manette. La donna era già stata tratta in arresto nel 2008, al termine di complesse indagini condotte nei confronti di alcuni cittadini nigeriani, ritenuti responsabili di sfruttamento e prostituzione ai danni della minorenne.