Torna il Rito della Luce, spettacolare evento alla Piramide 38° Parallelo di Motta d’Affermo, in provincia di Messina. Quest’anno la Piramide della Fiumara d’Arte parlerà a tutto il mondo, per portare un messaggio di pace e affermare più che mai la potenza della Bellezza e della sua conoscenza. Date e programma completo.

Il Rito della Luce alla Fiumara d’Arte

Appuntamento domenica 12, 19 e 26 giugno alla Fiumara d’Arte, dalle ore 16 e fino al tramonto, per un evento che parlerà a tutto il mondo, grazie al coinvolgimento dei partecipanti. Mai come adesso la luce deve illuminare le scelte del futuro, allontanando la paura. Questo “rito di passaggio” dall’oscurità dell’incertezza alla speranza della pace, restituisce respiro all’umanità.

Il Rito della Luce, ideato e voluto dal maestro Antonio Presti a Motta d’Affermo, presso la Piramide 38° Parallelo, restituirà silenzio e riflessione, consegnando messaggi di pace per il popolo ucraino: «L’Opera monumentale – spiega il mecenate Presti – costruita proprio sul 38° parallelo, come un balance universale rispetto alla Corea, luogo di conflitti e divisione, oggi diventa faro di luce per un’altra emergenza mondiale, che è conflittualità rispetto alla banalità del male».

Un messaggio di pace dalla Sicilia

A differenza delle passate edizioni, quest’anno non ci saranno artisti e performer. La Piramide sarà comunque aperta al pubblico e visitabile liberamente tutte le domeniche di giugno (12, 19, 26 giugno), dalle 16 al tramonto. «Ciò che chiedo a tutti coloro che vorranno affrontare questo viaggio dell’anima, è di lasciare e lanciare un messaggio forte – attraverso un video o uno scritto – per comporre insieme un vero e proprio “Diario della Pace“, da veicolare attraverso il mondo digitale», spiega Antonio Presti.

Tutti i partecipanti al Rito della Luce – da un’opera artistica appositamente realizzata ai piedi della Piramide – potranno postare in diretta messaggi di pace e bellezza su Facebook, Instagram, Youtube, TikTok e Linkedin. La Fondazione Antonio Presti Fiumara D’Arte selezionerà poi i messaggi più intensi per realizzare un’installazione multimediale universale da esporre all’interno del Museo Albergo Atelier sul Mare.

Programma

  • Ore 12: tour delle camere d’Arte, dell’installazione “Bosco Incantato” opera di Umberto Leone e Ute Pyka e della scultura “Il cavallo Eretico”, opera di Antonello Bonanno Conte – Museo-albergo Atelier sul Mare;
  • dalle ore 16 al tramonto: apertura al pubblico della Piramide 38° Parallelo.

Per informazioni è possibile contattare l’indirizzo email info@ateliersulmare.it o il numero telefonico 0921.334295.

La Piramide 38° Parallelo

La Piramide 38° Parallelo, opera di Mauro Staccioli, è alta 30 metri ed orientata a nord-ovest. È spaccata da una fessura da cui, al tramonto, penetra la luce. Non sono casuali le sue coordinate geografiche: è collocata proprio al 38° parallelo, bilancia universalmente due opposti: da una parte la Corea, luogo di sofferenza e divisione, dall’altra la Sicilia che con la sua Piramide diventa un luogo di unità e di pace.

L’opera ha una corazza in acciaio corten. Questo materiale, con il tempo, si ossida fino ad assumere lo stesso colore ferroso della terra da cui sembra nascere e si raffredda al calar del sole. Proprio in quel momento del giorno, la Piramide parla ai visitatori. Le giunture che si freddano, infatti, emettono crepitii ed echi, mentre al centro dello spazio c’è un percorso a spirale, simbolo di un viaggio iniziatico.

Foto da video: YouTube.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati