PALERMO – Illustrati in Consiglio i dettagli della nuova Ztl messa a punto dal Comune di Palermo. Rispetto al provvedimento iniziale, si parla di una vera e propria rivoluzione. Tra le modifiche più importanti, sparisce la fascia oraria libera (dalle 14,30 alle 15,30), viene introdotto il divieto di ingresso per le Euro 3 a gasolio, mentre le agevolazioni per le fasce deboli prevedono abbonamenti all'Amar a 1 euro al mese. Chi non lavora o non risiede in centro, inoltre, non potrà avere il pass annuale: questa potrebbe essere una vera e propria "stangata" per molti palermitani, autorizzati solo a pass giornalieri del costo di 5 euro. 

Nello specifico, chi risiede, lavora, ha figli iscritti a scuola o deve sottoporsi a cure mediche continuative in strutture che ricadono nel perimetro della Ztl, ha auto elettriche, a Gpl, a metano o mezzi pesanti, potrà sottoscrivere un pass annuale, al costo di 100 euro. Chi ha un reddito Isee inferiore ai 10.000 euro l'anno potrà beneficiare  di un abbonamento Amat annuale del costo 12 euro. La Ztl sarà in vigore dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20, e il sabato dalle ore 8 alle ore 13.

Il perimetro è lo stesso, ma cambia la classificazione dei mezzi inquinanti (Euro 0, 1 e 2 a benzina più Euro 0, 1, 2 e 3 a diesel) e meno inquinanti (da Euro 3 a benzina ed Euro 4 a Diesel in poi). I residenti con mezzo inquinante pagheranno 90 euro, quelli con mezzo meno inquinante 80 euro; i residenti avranno diritto al pass gratuito per le zone blu sotto casa e un abbonamento Amat gratis per le linee che attraversano il centro (101 incluso). I mezzi elettrici entreranno gratis, quelli ibridi, a Gpl e a metano pagheranno 50 euro; i mezzi pesanti 600 euro.