Rosa Balistreri è la voce che meglio ha interpretato la canzone siciliana. È nata a Licata, il 21 marzo del 1927 e oggi avrebbe compiuto 92 anni. La sua vita è stata travagliata e non priva di dispiacere. La sua voce ha saputo narrare la profondità e il dolore, il sentimento e la tristezza, l’emozione e la voglia di rivalsa.

Per rendere omaggio a questa straordinaria cantante di Sicilia, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, abbiamo pensato di proporvi la sua interpretazione di Mi Votu e mi Rivotu.

Si tratta di una delle più belle canzoni delle musica popolare siciliana che, nell’interpretazione di Rosa Balistreri, tocca la sua più toccante espressione. È canto molto antico e l’autore è sconosciuto, come accade per molte delle canzoni popolari. Rosa Balistreri, in un’intervista, ha spiegato di averla sentita cantare per la prima volta dentro il carcere di Palemro. Il testo è antichissimo e si trova in moltissime raccolte siciliane.

Mi votu e mi rivotu video

Mi votu e mi rivotu testo

Mi votu e mi rivotu suspirannu,
passu li ‘nteri notti senza sonnu,
e li biddizzi tòi vaiu cuntimplannu,
li passu di la notti finu a ghiornu,
Pi tia non pozzu n’ura arripusari,
paci non havi chiù st’afflittu cori.
Lu vo’ sapiri quannu t’aju a lassari
Quannu la vita mia finisci e mori.