Il pregiato Tartufo dei Nebrodi sarà protagonista di un weekend. Appuntamento a Capizzi, provincia di Messina, il 20 e 21 ottobre. Qui si terrà “Il Tartufo tra i sapori d’autunno – Sagra del Tartufo dei Nebrodi”. Il prezioso fungo ipogeo, quindi, delizierà i partecipanti. Il programma è ricco e include degustazioni, escursioni, visite guidate, laboratori, spettacoli, convegni e mostre.

La Sagra del Tartufo dei Nebrodi è un evento imperdibile per chi ama il tartufo e la buona cucina, ma non solo. È la perfetta occasione per conoscere meglio o scoprire un territorio che ha tanto da offrire. Sono davvero molte, infatti, le risorse culturali e naturalistiche. I visitatori potranno godere di bellezze storico-artistiche e paesaggistiche, conoscere le tradizioni popolari e artigianali e, soprattutto, assaggiare specialità tipiche.

Il tartufo è un classico sapore d’autunno. La Sagra si pone come obiettivo la valorizzazione dei prodotti tipici. È diventata un’occasione per far conoscere aziende e prodotti di qualità. Una festa che diventa anche ponte tra storia, tradizioni e ambiente.

Il Tartufo dei Nebrodi, tesoro di Sicilia

I boschi adiacenti il borgo capitino offrono centinaia di varietà di specie diverse di funghi, in parte commestibili. Tra questi si trovano alcune specie di tartufo: ‘Scorzone’ o tartufo nero estivo (Tuber aestivum), tartufo nero d’inverno (Tuber brumale), tartufo nero ordinario (Tuber mesentericum).

Tra i tartufi bianchi è diffuso il ‘Bianchetto’ (Tuber borchii) e alcune specie a esso affini (Tuber puberulum, Tuber driophylum).

Capizzi borgo da scoprire

L’impianto urbano di Capizzi si snoda tra suggestivi vicoli medioevali e si adagia sui versanti del monte Verna con caratteristico andamento anulare. L’edificato, realizzato prevalentemente con pietre estratte da cave locali, fu ideato da costruttori e architetti del luogo: ne sono importanti esempi il porticato della piazza S. Giacomo e la facciata della chiesa madre.

Notevole fu l’apporto artistico, letterario e culturale fornito da illustri personaggi quali: i pittori Berna e Antonino Mancuso Fuoco, lo scrittore Filadelfo Russo, il musicista Nunzio la Farina, ed altri. Capizzi vanta, ancora, opere artistiche di interessante pregio firmate: Antonio Manno, Antonello Gagini, Giuseppe Crestadoro.

Il parco naturale dei Nebrodi è un vero cuore verde, con 85.587 ettari di pascoli, laghetti d’alta quota e boschi. La dorsale dei Nebrodi è l’unico tracciato che percorre l’area protetta da est a ovest per circa 70 chilometri intercettando le principali strade che attraversano il parco da nord a sud.