Una studentessa di 23 anni ha evirato un santone che per l’ennesima volta, come apparentemente faceva da otto anni, voleva violentarla. È accaduto in India, nello stato di Kerala, più precisamente in una casa della capitale Trivandrum. L'uomo, il 54enne Gangeshananda Theerthapada Hariswami, era solito recarsi come persona di fiducia della famiglia della ragazza, il cui padre era a letto paralizzato.

Secondo la denuncia presentata alla polizia, le violenze sessuali, cominciate quando la giovane era ancora minorenne, sono continuate negli anni senza sospetti a causa di minacce e dell’influenza che Hariswami aveva sui genitori. Ma questa volta la giovane aveva con sé un coltello da cucina e ha attaccato l’uomo recidendogli il pene. Ricoverato in ospedale, Theerthapada è stato operato e si trova ora in condizioni stabili.

La polizia ha aperto una inchiesta sull'accaduto ma il governatore del Kerala, Pinarayi Vijayan, si è schierato con la ragazza definendo il suo gesto "un atto coraggioso".