Niente multe se passi con il rosso al di fuori di una strada urbana: pare infatti che sui semafori delle strade extraurbane non possano essere installate telecamere e quindi, affinché la multa fuori città per chi attraversa il rosso possa essere valida, è necessario che il semaforo sia presidiato da un vigile.

La ragione di questa differenza di trattamento – spiega il portale 'La legge per tutti' – sta nelle infrazioni, impossibili da controllare con apparecchi automatici, aggiunte nel 2010. Fra queste ci sono il numero dei passeggeri trasportato sulla moto, la loro postura, l'utilizzo del casco o la velocità in rapporto alle condizioni della strada, a prescindere dai limiti.

L'impossibilità di rilevare in automatico certe violazioni ha portato a non utilizzare questo tipo di controllo neanche per le infrazioni rilevabili, come appunto il passaggio con il rosso. Secondo gli esperti di 'La legge per tutti', quindi, le multe rilevate con telecamere di sorveglianza che si trovano su strade extraurbane sono da considerarsi nulle.