Quei selfie scattati sui binari del treno, con il rischio di un vagone, probabilmente erano considerati una innocua bravata o un divertimento come gli altri, ma hanno messo nei guai 16 ragazzini, tutti minorenni. Venivano scattati durante il tragitto da o per la scuola, mentre attendevano il treno, per ammazzare la noia, magari alla ricerca di un brivido, senza considerare le possibili conseguenze.

A fare la scoperta, la polizia ferroviara, mentre indagava sui graffitari alla stazione: controllando tra i vari profili Facebook dei ragazzi ha trovato gli autoscatti "incriminati". La vicenda è stata riportata da La Gazzetta di Mantova ed è avvenuta nel comune di Ostiglia: i 16 minori individuati dalla polizia sono stati solo multati, ma non denunciati, poiché in questo caso non si è configurato un reato vero e proprio.

La multa, però, è scaturita dalla violazione del regolamento di polizia ferroviaria: attraversare i binari, infatti, non solo è vietato, ma è anche pericoloso.