I carabinieri del Comando per la tutela agroalimentare tra le province di Catania e Ragusa hanno sequestrato quattromila uova. In tutta Italia sono state sequestrate – dai militari dei reparti di Torino, Salerno e Messina – 40mila uova. Il sequestro è scaturito dalla carenza di rintracciabilità delle uova: è stata eseguita un'azione di monitoraggio presso aziende avicole dislocate sui territori di competenza, che ha portato al provvedimento finale. 

L'attività preventiva a tutela di operatori del settore e consumatori ha portato nel corso dell'anno al sequestro di  465.852 uova e a decine di migliaia di euro di sanzioni. Il Comando Carabinieri per la tutela agroalimentare, dallo scorso anno a oggi, ha impedito che giungessero sulle tavole degli italiani 4,2 milioni di uova che avrebbero potuto essere potenzialmente pericolose alla salute.