Settimana delle Culture, l’undicesima edizione a Palermo dal 30 aprile all’8 maggio 2022. Nel programma due appuntamenti legati alla memoria, in occasione del trentennale delle stragi di Capaci e via d’Amelio.

La Settimana delle Culture a Palermo

Arte, danza, teatro, musica, cibo di strada, attività per bambini, visite guidate, mostre, conferenze, sport e molto altro ancora. Al via gli appuntamenti della Settimana delle Culture di Palermo, con oltre 110 eventi in programma, a partire da sabato 30 aprile e fino a domenica 8 maggio.

Ad anticipare le attività è l’inaugurazione della mostra di Andrea Cusumano “Retablo” a Villa Zito, che durerà fino al 26 giugno. Dopo una nona edizione “social” e una decima rassegna spostata all’autunno, l’evento ha costruito un calendario che si ricollega alle edizioni precedenti alla pandemia.

Hanno aderito associazioni, enti, fondazioni della città, musei, teatri, band, artisti e compagnie teatrali. Le iniziative per la Settimana delle Culture sono tante, tutte autoprodotte dai singoli organizzatori nei quartieri della città.

Non mancherà un riferimento al trentennale delle Stragi del ’92: in programma ci sono due appuntamenti legati alla memoria. Si tratta di  “Carion. 30 anni dalle stragi”, cunto di Salvo Piparo (venerdì 6 maggio alle 21, a San Mattia ai Crociferi), e del concerto del PalermoCoroPop “Ogni scagghia teni ‘na muragghia” (domenica 8 maggio alle 18.30, a La casa dei Sogni).

«La Settimana delle Culture per Palermo è un appuntamento fondamentale, irrinunciabile, un’iniziativa che racchiude tutte le caratteristiche di coerenza rispetto alla visione della nostra città», commentano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Culture Mario Zito.

Secondo l’assessore regionale ai Beni Culturali Alberto Samonà «La Settimana delle Culture è un contenitore di professionalità, passione e creatività, creatività coniugata a una intensa attività, che ci mostra come Palermo sia un immenso bene culturale, la cui custodia e valorizzazione riguarda ognuno di noi, e come possa diventare una straordinaria “Città-laboratorio” all’insegna della cultura».

Il comitato organizzatore – presieduto da Benedetto Viola – ha stilato un calendario di 25 mostre (tra pittura, scultura, installazioni e fotografia, coinvolti 90 artisti) tra cui due collettive. 26 spettacoli e performance; 28 visite guidate; 26 presentazione libri e conferenze; 8 proiezioni e 3 manifestazioni per bambini.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati