E' arrivato l'annuncio da parte del presidente Crocetta, si andrà all'esercizio provvisorio .Scelta che non era preventivata in un primo momento ma viste le situazioni e il blocco durante questi giorni, è rimasta l'unica soluzione possibile da attuare. Non è stata trovata la quadratura attorno al tavolo regionale ed approvare entro fine anno la Finanziaria che tutti i precari e gli enti associati aspettavano a braccia aperte. Punti importanti per le sorti del precariato siciliano con 15 articoli di partenza che sono diventati 7 dopo la comunicazione del presidente Crocetta. Le motivazioni del cambio di manovra è quello della mancanza del numero legale dei deputati in aula per poter andare avanti visto che, già è stata rinviata per due volte in questi giorni, con inevitabile presa di posizione.

Si riprende nel pomeriggio dove verranno esaminati i documenti finanziari della Regione, ma a voce del presidente dell'ARS Ardizzone afferma che: "In atto, fino a questo momento, il  Governo non ha ancora depositato il bilancio. Ho incontrato poco fa il Presidente della Regione Crocetta a cui ho chiesto di accelerare la  delibera e lui mi ha assicurato che il documento finanziario sarebbe  arrivato a momenti. Ma ancora negli uffici non c’è nulla”. A ciò si capisce come la situazione rimane ancora critica, ma ci si augura che Crocetta faccia presto a reperire i documento in tempo utile per poter optare per l'esercizio provvisorio.

 

Antonio David