Una donna di 33 anni ha tentato il suicidio questa mattina a Calatafimi, nel Trapanese. La 33enne si è lanciata da un’altezza di 30 metri, da un viadotto in contrada Safi, ma ciò che è accaduto dopo ha dell’incredibile.

Come spiega BlogSicilia.it, il volo non le avrebbe lasciato scampo, ma la fitta vegetazione e alcuni materassi che si trovavano sotto il viadotto hanno attutito l’impatto con il suolo.

La donna è rimasta viva e, secondo quanto emerso dalle prime analisi, non avrebbe né fratture né lesioni interne. Il recupero è stato coordinato dalla sala operativa del 118: i sanitari sono intervenuti con l’elisoccorso.

Alle operazioni di recupero hanno preso parte i vigili del fuoco, gli uomini del soccorso alpino e i carabinieri. Raggiungere la 33enne non è stato facile, poiché la zona è impervia.

Articoli correlati