Probabilmente non verranno definiti due primati di cui andare fieri: Sicilia regione leader nella produzione di cannabis ed Italia prima nel mondo per sequestri di piantagioni. Secondo gli esperti di Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, l'area che garantirebbe le produzioni migliori è quella tra Palermo e Trapani, complice un microclima ideale: qui, infatti, il giusto mix di sole ed umidità favorisce la crescita delle piante.

Secondo gli ultimi dati disponibili, i sequestri di cannabis in Italia sono cresciuti in modo considerevole, passando da 1.008.215 nel 2011 a 4.122.617 nel 2012. A rendere la Sicilia regione leader nella produzione di cannabis, un dato su tutti: qui, infatti è stato sequestrato il maggior numero di piante, una percentuale del 91,8% sul totale complessivo.

I dati contenuti nell'ultimo rapporto sul consumo di droga nel mondo, pubblicato dall'Ufficio per la droga ed il crimine dell'Onu, rivelano inoltre che l'Italia è il primo paese al mondo per sequestro di piantagioni: si parla di oltre 4 milioni soltanto nel 2012, più degli interi Stati Uniti, dove ci si è fermati a 3.933.959. Si tratta di un incremendo del 5.700% rispetto al 2012: allonta, infatti, i sequestri erano stati 71.998.

Bisogna comunque aggiungere che il quadro è molto diverso in relazione alle coltivazioni in casa: in questo caso, il maggior numero di sequestri è stato registrato negli Stati Uniti (302.377) e l'Italia si piazza al settimo posto con 7.706 sequestri.